14

Romantische Strasse d’inverno: itinerario dei mercatini di Natale

Quando ripenso ai giorni trascorsi in Baviera, passeggiando tra i mercatini di Natale dei borghi della Romantische Strasse, mi viene in mente la sfera di vetro che si capovolge e poi ricopre di neve le miniature che ospita al suo interno, perché per quattro giorni sono stata circondata da un’atmosfera ovattata, fiabesca e quasi surreale, che mi ha fatto più volte dubitare di trovarmi davvero nella realtà. La Romantische Strasse è indubbiamente l’itinerario più celebre della Germania, ma quello che vi voglio raccontare in questo post è una sorta di itinerario nell’itinerario: io e il mio compagno di viaggio, infatti, abbiamo scelto di farci guidare dallo spirito del Natale (sì lo ammetto, forse anche dal profumo di vin brulè e zucchero caramellato) e di scovare i mercatini di Natale più caratteristici della Romantische Strasse per farci avvolgere dal calore dell’attesa. Quindi, se state cercando una descrizione circostanziata delle singole tappe della Strada Romantica, o il vostro rapporto con il Natale è paragonabile a quello del Grinch, allora chiudete immediatamente questa finestra, perché il tasso di spirito del Natale che pervade questo racconto di viaggio potrebbe esservi fatale. Se invece rientrate orgogliosamente nella categoria di coloro che a partire dall’8 dicembre ascoltano a raffica canzoni natalizie, sfornano biscotti decorati, acquistano buffi maglioni con pupazzi di neve stampati, bene, allora preparate sciarpa e berretto perché stiamo per partire per un viaggio che si conclude nel paese in cui è sempre Natale.
Questo post assumerà le sembianze di un diario di viaggio perché credo che il criterio cronologico sia quello migliore per descrivere le singole tappe del mio on the road lungo la Romatische Strasse; scriverò, subito dopo di questo, un altro post dedicato alle informazioni pratiche: dove ho dormito, dove ho mangiato, quanti giorni servono per fare questo tipo di viaggio.

DCIM101GOPROGOPR2783.JPG

Continua a leggere

2

Perù in 26 giorni: itinerario di viaggio

Prima di partire per il Perù, avevo scritto, nel mio consueto post pre-partenza, di non voler condividere l’itinerario del viaggio che stavo per intraprendere (nonostante ci avessi lavorato per mesi, la sera, finito di lavorare) perché ero sicura che sarebbe stato, se non del tutto stravolto, ma, quanto meno, modificato: effettivamente l’itinerario reale è molto più articolato di quello che avevo trascritto sul mio diario di viaggio, perché è frutto di sensazioni, imprevisti e cambi di programma. Ecco, quindi la versione definitiva del mio itinerario di viaggio in Perù: come sempre, indicherò le distanze percorse, le tappe imperdibili e in fondo al post caricherò una versione in PDF più snella e senza fotografie del mio itinerario. Il post sarà molto lungo, quindi ho preferito essere sintetica e rimandare a post specifici la descrizione puntuale delle singole tappe.

Continua a leggere

8

Lago di Bled, informazioni pratiche: itinerario, dove mangiare e dormire

Il primo post sul lago di Bled si è senz’altro aggiudicato il premio come articolo più prolisso della storia di Diritto alla meta; ma nonostante detenga questo record, è molto scarno dal punto di vista delle informazioni pratiche.  Quindi, ho pensato di dedicare questo post agli aspetti meno romantici ma più utili a chi desidera organizzare un weekend in Alta Carniola.

Continua a leggere