5

Diritto in Asia, per la prima volta: pensieri caotici pre-partenza

Alcune delle caratteristiche predominanti della mia personalità sono molto distanti dall’identikit della perfetta viaggiatrice: sono metodica, abitudinaria, alla costante ricerca dell’equilibrio e della stabilità. Viaggiare mi mette in discussione: mi costringe a fare un passo verso l’ignoto e a tuffarmi nel buio con gli occhi chiusi. Non importa quanti programmi io possa fare, quante pagine del mio diario io riesca a riempire studiando le guide, non riuscirò mai ad avere il pieno controllo della situazione, quando parto. Per questo viaggiare mi elettrizza, mi dà quasi le vertigini, perchè è una forma di auto-ribellione. 20161224_131640 Continua a leggere

11

Portogallo in due settimane: itinerario di viaggio on the road

L’aspetto più entusiasmante di un viaggio on the road è che ti lascia completa libertà di manovra: fermarsi, perdersi, fare deviazioni, lasciarsi consigliare da persone conosciute per caso, stravolgere l’itinerario… Come previsto, anche in Portogallo è andata così, e l’itinerario iniziale, che avevo trascritto con cura sulle prime pagine del mio diario di viaggio, ha preso vita e si e adattato al ritmo del viaggio stesso.https://www.google.com/maps/d/embed?mid=11YZ0jHF5vEdfTjt9gv7WYM1BjB8” target=”_blank”>

Vi racconto, finalmente, il mio viaggio in Portogallo, tappa per tappa: per ogni giornata indicherò i kilometri totali percorsi, la distanza tra le singole soste e vi segnalerò i posti che, secondo me, sono proprio imperdibili.

Continua a leggere

12

La mia Cuba in 10 scatti

Potrei suggerire le cose imperdibili da vedere a L’Avana, potrei raccontare dell’escursione a cavallo per raggiungere le cascate nei dintorni di Trinidad, potrei riflettere sull’opportunità di visitare Cuba prima che sia stravolta dai mutamenti geopolitici in atto… Ma, vi confesso, in tutta onestà, di non essere in grado di fornire informazioni “professionali” su Cuba perché quando ripenso a quel viaggio i ricordi si affollano nella mia mente disordinati e caotici: una serie di fotogrammi dai colori vividi che scorrono veloci, senza una logica precisa, come quando in un film volano via, una dopo l’altra, le pagine di un calendario.

1545994_1037330592955391_7583832775401793434_n

Continua a leggere

5

Portogallo: mille e un viaggio

Perché il Portogallo ti è piaciuto così tanto?”: questa domanda incalzante è quella che mi è stata posta più spesso da quando sono tornata a casa. Ci vorrà un po’ di tempo per metabolizzare l’enorme mole di ricordi, esperienze e sensazioni positive che questo viaggio così intenso mi ha regalato, ma, non ho dubbi sulla risposta a quella domanda: “Il Portogallo mi è piaciuto perché visitandolo mi è sembrato di fare mille viaggi in uno solo”.

Pensate che questo giudizio sia frutto dell’entusiasmo da vacanza non ancora placatosi? Ebbene, in questo post vi dimostrerò che un viaggio in Portogallo è allettante per qualsiasi viaggiatore, o meglio, per qualsiasi sfaccettatura dell’animo di un viaggiatore.

1) Se amate i viaggi on the road

Sono decine gli itinerari in macchina che potete percorrere in Portogallo: i dintorni di Lisbona, i tragitti tematici, la visita di singole regioni. Le distanze sono brevi, le strade complessivamente in buono stato, e le tappe talmente tante e variegate che i kilometri percorsi non vi peseranno affatto.

DSC_0982

Continua a leggere